comete
 
Comete

 

La cometa Hale-Bopp
I più strani corpi celesti del sistema solare sono le comete. Di solito appaiono improvvisamente, restano visibili per qualche settimana, poi scompaiono. Alcune tornano dopo un periodo di anni, si può dire infatti che una quarantina circa siano periodiche.
La prima persona che scorge una cometa ha l'onore di darle il suo nome, nessuna meraviglia quindi che i dilettanti perdano tanto tempo alla ricerca di questi corpi celesti!
Una delle comete più notevoli fu quella scoperta nel 1956 da Halan e Roland. Presentava la caratteristica di avere una coda davanti e una dietro. Era così luminosa che si poteva vederla a occhio nudo, nonostante le luci della città. Pochissime comete sono tanto luminose da essere viste senza binocolo o telescopio; tutte sono così trasparenti che è possibile. attraverso di esse, continuare ad osservare le stelle.
Nella sua forma tipica la cometa è composta dal nucleo, più o meno brillante, circondato dalla chioma (una nebulosità luminosa); il nucleo e la chioma costituiscono la "testa" della cometa, dalla quale si diparte la coda, quando la cometa si avvicina al Sole. Le comete sono luminose perché riflettono la luce solare e per le radiazioni ultraviolette del Sole. Le comete periodiche descrivono orbite ellittiche, le altre orbite paraboliche.

  LE COMETE ATTUALMENTE VISIBILI

 
HOME PAGE
L'ATTREZZATURA DELL'OSSERVATORE
CONOSCERE IL CIELO
PRIMI PASSI NELL'OSSERVAZIONE
L'USO DEL TELESCOPIO
CARTE STELLARI, ASCENSIONE RETTA E DECLINAZIONE
LA LUNA
IL SOLE
I COLORI DEL CIELO
PIANETI E ASTEROIDI
COMETE
METEORITI
STELLE
NEBULOSE
DISEGNARE GLI ASTRI
LA MACCHINA FOTOGRAFICA DELL'OSSERVATORE
USO DELL'ORA ASTRONOMICA
ACCESSORI E MANUTENZIONE DEGLI STRUMENTI
MAPPE CELESTI
BIBLIOGRAFIA
FORUM
BREVE STORIA DELL'ASTRONOMIA

 


 


 

Astrofili.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RICERCA E OSSERVAZIONE

Le comete possono apparire in qualsiasi periodo dell'anno. Molti osservatori cercano di individuarle nelle notti limpide. Scrutando ogni sera  una zona diversa, si può osservare una gran parte del cielo in una settimana. E' molto interessante cercare comete nuove o comete note che ritornano. Molti gruppi di osservatori si suddividono questo lavoro. Si può usare un binocolo, ma è meglio un telescopio da 7,5 a 15 cm. Usate un basso potere d'ingrandimento per un campo vasto.
Una volta trovata una cometa, sarà utile fotografarla con una
macchina fotografica unita al telescopio. Data la capacità della pellicola fotografica di accumulare luce, si può vedere qualcosa di più che con il solo telescopio. Per una fotografia a lunga esposizione, seguite la cometa. Poiché le comete cambiano posizione e si trovano su uno sfondo di stelle, queste lasceranno una scia nella pellicola se la cometa è ben definita nella fotografia.
Una cometa può apparire magnifica vista con un piccolo telescopio. Come si è detto il materiale che la costituisce è così tenue che le stelle vi brillano attraverso, senza perdere niente della loro luminosità. Il nucleo della cometa può essere molto piccolo (160 chilometri di diametro) o molto grande (80.000 chilometri). La chioma può essere enorme - larga da 50.000 a più di 1.600.000 chilometri. La coda della cometa, se c'è, può estendersi su una vasta area ed essere lunga anche milioni di chilometri. Di solito la coda è in direzione opposta al Sole, a causa delle radiazioni solari. Le code possono cambiare aspetto di giorno in giorno. Provate a fotografare o disegnare questi cambiamenti.

COMETE PERIODICHE

Tra le comete che seguono orbite ellittiche che scompaiono e, dopo un certo periodo, ricompaiono, citiamo la famosa cometa di Halley. Apparsa l'ultima volta nel 1986. Ma non sempre si deve fare affidamento circa il ritorno di questi corpi celesti. I loro periodi e le loro apparizioni possono mutare; durante un passaggio possono essere molto luminose, deboli nei successivi e, dopo molte apparizioni, possono sparire per sempre. Forse si disgregano, fornendo materiale per futuri sciami meteorici.
Dato che non si può predire con molta sicurezza il ritorno di una cometa, dovete incominciare a cercarla almeno un mese prima.

SUGGERIMENTI

(1) Osservate regolarmente una zona alla ricerca di comete. (2) Controllate l'elenco delle comete periodiche e cercatele. (3) Segnate sul vostro atlante il percorso della cometa. (4) Provate a prevedere la posizione giornaliera di una cometa. (5) Fate disegni o fotografie dei cambiamenti di forma.
 

Anatomia di una cometa

 
La cometa Hyakutake 1997 - G.A.P

 

La cometa West 1976.

 


La cometa Donati.  Firenze ottobre 1858 in una illustrazione popolare


a cura di Pio Passalacqua  piopas@tin.it
Gruppo Omega Palermo  http://omegagroup.altervista.org

Comete (approfondimento)


 

vai alla sezione Comete di Astrofili.org

vai alla sezione Comete dell'UAI

Astrofili.org
 

Comet Section  by British Astronomical Association
 


 LE CARTE STELLARI

  Home page  |  L'attrezzatura dell'osservatore  |  Conoscere il cielo  |  Primi passi nell'osservazione  |  L'uso del telescopio  |  Carte stellari, ascensione retta e declinazione  |  La luna  |  Il sole  |  I colori del cielo  |  Pianeti ed asteroidi  |  Comete  |  Meteoriti  |  Stelle  |  Nebulose  |  Disegnare gli astri  |  La macchina fotografica dell'osservatore  |  Uso dell'ora astronomica  |  Accessori e manutenzione degli strumenti  |  Mappe celesti  |  Bibliografia  |  Forum  Breve storia dell'astronomia  |